World Programming si assicura la vittoria alla Corte suprema contro SAS
Davide uccide Golia con la fine di un monopolio durato 30 anni

La Corte suprema dichiara che WPS è un clone legalmente valido di SAS System

LONDRA, REGNO UNITO – 23 luglio 2010 – World Programming Ltd (WPL), un’azienda con sede nel Regno Unito, in forte espansione e una recente esordiente nel mondo della gestione dei dati e del software per business analytics, si è assicurata oggi una vittoria legale nella Corte suprema contro il gigante del software per l’analisi, SAS Institute, annunciando la fine dei 30 anni di monopolio di SAS Institute in piattaforme per le applicazioni in linguaggio SAS.

In una battaglia legale descritta come ‘Davide e Golia’ dagli insider, SAS Institute ha rivendicato che l’uso di WPL del prodotto SAS Learning Edition mentre sviluppava il software interprete World Programming System (WPS) proprietario, era una inadempienza delle condizioni d’uso e ha violato il diritto d'autore.

In un verdetto della Corte suprema emesso oggi, venerdì 23 luglio, il giudice Arnold ha rigettato l’istanza di SAS che il ‘clone’ del SAS System viola il diritto d'autore nel SAS System o il diritto d'autore nei manuali di SAS. Inoltre, la legge europea ha protetto WPL dalla violazione delle condizioni della licenza SAS laddove WPL ha utilizzato SAS Learning Edition per osservare, studiare e testare le sue funzioni di programmazione quando ha sviluppato WPS. Seguendo la legge del caso precedente nel Regno Unito e la Direttiva 2001/29/CE sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione dell’UE, la sentenza ha dedotto che il diritto d'autore protegge il codice sorgente del SAS System come un’opera letteraria che WPL non ha copiato e che la replica delle funzioni del software, per quanto complesse e a qualsivoglia livello di dettaglio, non costituisce una violazione del diritto d'autore.

I clienti che hanno problemi con le versioni di programmi legacy scritti in linguaggio SAS potranno ora scegliere se continuare con SAS System o usare l’alternativa meno costosa, laddove il software WPS fornisca la funzionalità richiesta.

L’unica area in questo vasto e complesso caso dove la sentenza si è espressa contro WPL è stata quella quando il giudice Arnold ha ordinato che la formulazione di uno dei manuali per l’utente di WPS era troppo simile alla formulazione dei manuali per l’utente di SAS, sebbene abbia accettato che l’amministrazione WPL aveva linee di condotta in essere che ne evitavano l’eventualità. WPL ritirerà ora e riscriverà quel manuale alla luce del verdetto nella sentenza, ma questo non avrà nessun impatto sui clienti di WPL o sulla capacità di WPL di fornire WPS o il supporto ai suoi clienti.

Commentando sulla sentenza, Oliver Robinson di WPL ha detto:

“È stata una lunga baruffa durante la quale ogni argomentazione possibile ed espediente procedurale ci è stato lanciato addosso. Grazie al sostegno e all’impegno molto determinati del nostro team di legali e del personale, abbiamo chiaramente stabilito la validità di WPS come alternativa legittima e legalmente valida a SAS. Non vediamo l’ora di concorrere con SAS Institute nel mercato in espansione dell’analisi dei dati e di continuare ad offrire un grande valore e qualità alla nostra clientela leale e in continua crescita in tutto il mondo”.

Alexander Carter-Silk, capo di IP, Technology and Commercial presso Speechly Bircham che ha condotto il team di difesa legale per WPL, ha aggiunto:

“Accelerando questa udienza e controllando gli espedienti procedurali, i tribunali hanno conferito a WPL l’accesso alla giustizia. I livelli di complessità e le argomentazioni sviluppati durante il caso erano eccezionalmente problematici, ma non ho assolutamente dubbi che abbiamo ottenuto un giusto risultato”.

Grazie alla chiarezza e alla profondità del ragionamento del tribunale, il Regno Unito ora guida l’Europa nell’interpretazione della Direttiva 2001/29/CE sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione dell’UE. Il tribunale riferirà ora la sua sentenza alla Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE) affinché confermi la sua interpretazione della direttiva a livello europeo.

Sebbene l’emissione di una sentenza da parte della CGUE potrebbe richiedere altri tre anni, la sentenza del Regno Unito apre la porta affinché WPL continui ad innovare e aprire nuovi mercati.

Ulteriori informazioni

Informazioni su World Programming

World Programming produce la piattaforma per la scienza dei dati e l’industrial analytics WPS che supporta il linguaggio SAS e R su sistemi workstation, server, cloud, grid e mainframe. World Programming gode di un’ottima reputazione per la qualità, l’affidabilità, la performance, il servizio clienti e il valore economico. Le organizzazioni leader mondiali nei rispettivi settori utilizzano il software WPS nell’ambito della produzione.

Per ulteriori informazioni su World Programming e il software WPS, visitare https://www.worldprogramming.com/it/home

Richieste per l’Ufficio stampa

Andrew Pincott, Ufficio stampa, Tel. +44 20 7427 6489,

Beth Farrer/Tali Robinson, Spada, Tel. +44 20 7269 1430, / ,

www.speechlys.com

Note agli editori

Background del caso

La storia del caso di WPL contro SAS Institute

SAS Institute ha avviato la causa contro WPL nell’ottobre 2009 con il presunto uso improprio di SAS Learning Edition, la violazione del diritto d'autore e altre violazioni della proprietà intellettuale.

WPL ha fatto ricorso alla Corte suprema in Inghilterra per ottenere un processo accelerato, perché ha considerato che le accuse fossero senza merito e che l’attività di WPL fosse lesa dalla pubblicità che SAS Institute ha fatto dell’istanza.

Il tribunale ha accettato un processo accelerato e l’intero processo si è tenuto a Londra per 3 settimane nel giugno 2010. La sentenza è stata emessa venerdì, 23 luglio 2010.

Direttiva 2001/29/CE sull'armonizzazione di taluni aspetti del diritto d'autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione dell’UE

Questa è una Direttiva dell’Unione europea volta ad armonizzare la legge sui diritti d’autore in tutti i 27 stati membri dell’Unione europea. È stata decretata dal Trattato di Roma nel 2001. La Direttiva 2001/29/CE è stata rettificata di recente per adottare il WIPO Copyright Treaty (Trattato sui diritti di autore della World Intellectual Property Organization) che è un trattato internazionale di 184 paesi membri.

Corte di giustizia dell’Unione europea

La Corte di giustizia dell’Unione europea (‘CGUE’) è la corte suprema dell’Unione europea nelle questioni relative al diritto europeo. Non è possibile appellare le decisioni dei tribunali nazionali alla CGUE, ma piuttosto sono i tribunali nazionali che riferiscono le domande sul diritto UE alla CGUE.

Nel caso di WPL contro SAS Institute, il giudice Arnold ha espresso le proprie conclusioni in favore di WPL, ma ha richiesto alla CGUE di chiarire se la sua sentenza fosse allineata al diritto europeo. Ciò non costituisce un appello, ma è un deferimento.

I trattati europei richiedono che la CGUE garantisca l’applicazione coerente della legge UE nell’intera Unione europea cercando di evitare l’interpretazione e l’applicazione della legge in diversi tribunali nazionali, in modi diversi.

Sebbene la procedura di deferimento richieda tempo, il prodotto finale è la coerente applicazione della legge in tutta l’Unione europea che ora ha 27 stati membri e 22 lingue ufficiali.

Il diritto europeo devo ora armonizzarsi con i trattati della World Intellectual Property Organization (WIPO), in particolare il WIPO Copyright Treaty (‘WCT’, Trattato sui diritti di autore della World Intellectual Property Organization). WCT è un trattato internazionale con i principali paesi, tra cui gli stati membri dell’Unione europea e gli Stati Uniti d’America come firmatari.

Speechly Bircham

Speechly Bircham è uno studio legale di Londra, incentrato sul servizio personale e sul costruire relazioni a lungo termine con i clienti. Con oltre 250 avvocati, lo studio fornisce servizi commerciali, di consulenza e di risoluzione delle controversie a tre mercati principali: clienti aziendali, clienti privati e clienti nel settore immobiliare, edile e ingegneristico. I clienti commerciali includono aziende, banche, istituti finanziari, fondi, organizzazioni che offrono servizi professionali, imprenditori e aziende individuali, nel Regno Unito e internazionali. Lo studio che si occupa dei clienti privati, in alta considerazione da parte dell’azienda, cura gli interessi di privati, famiglie e patrimoni fiduciari.

Speechly Bircham - Proprietà intellettuale, tecnologia e commercio

Il gruppo Speechly Bircham che si occupa di proprietà intellettuale, tecnologia e commercio fornisce una soluzione a 360 gradi offrendo ai clienti la consulenza su tutti gli aspetti di gestione, utilizzo, difesa, promozione e ampliamento dei beni immateriali, in modo da massimizzare i profitti e ridurre le minacce. Il gruppo offre consulenza a fornitori e ad utenti di tecnologia, nonché ad aziende, imprenditori e privati, celebrità e assicuratori con patrimoni elevati, sulla promozione del marchio, trasferimento di tecnologie, protezione della reputazione, protezione dei dati e sicurezza delle informazioni, e risoluzione delle controversie. La maggior parte dell’attività del gruppo è internazionale.

Per ulteriori informazioni su Speechly Bircham, visitare: www.speechlys.com

WPL

World Programming Limited produce il software WPS per l’uso da parte di un’ampia gamma di utenti, da privati e accademici ad aziende e organizzazioni multinazionali. Il software supporta il linguaggio SAS per l’elaborazione dei dati in sistemi workstation, server e mainframe. Per oltre otto anni, World Programming ha costruito un’ottima reputazione per l’affidabilità, i risparmi sui costi e il supporto ai clienti.

Per ulteriori informazioni su World Programming e il software WPS, visitare: www.worldprogramming.com

SAS

SAS è il fornitore indipendente più grande nel mercato della business intelligence e i suoi prodotti sono utilizzati in oltre 100 paesi.